Nino Dattola

Nato nel 1983 a Reggio Calabria, mi sono avvicinato al mondo della fotografia grazie alla mia prima compatta, a poco più di vent’anni. Complice la natura aspra e dolce della mia terra, la macchina fotografica è diventata presto un mezzo per conoscere, studiare e ammirare la bellezza di ciò che mi circondava. Col supporto della mia prima reflex, una Canon 450D, ho iniziato a studiare le tecniche di scatto, composizione e post-produzione, rendendomi conto, tuttavia, di quanto questo, per quanto indispensabile, fosse insufficiente. Fotografia è sensibilità e visione soggettiva: sia esso macro, ritratto o paesaggio, uno scatto ben fatto va oltre la mera rappresentazione della realtà. Dipingere con la luce è tecnica almeno quanto attesa, stupore, comunicazione.
Vivo, ad oggi, fra Calabria e Sicilia, dove non è difficile assistere a tramonti mozzafiato o addentrarsi in una natura selvaggia e dal fascino disarmante. Entrarci in sintonia richiede tempo e pazienza, ma è estremamente rigenerante, e la fotografia diventa testimonianza di una forma di libertà che ognuno dovrebbe sperimentare. Grazie alla collaborazione con uno studio fotografico, riesco a dedicarmi anche alla fotografia di persone e al reportage, che reputo entusiasmanti e stimolanti in quanto aggiungono una sfida in più: fare in modo che il soggetto parli di sé in modo nuovo, inaspettato e sorprendente.